Consigli per il cristallo

 
I consigli di COLLEVILCA per la cura e il corretto utilizzo del cristallo vi indicheranno come conservare adeguatamente i vostri oggetti nel tempo per preservarne l’originale bellezza.
 

Per il primo utilizzo

Come rimuovere l’etichetta
Per rimuovere l’etichetta da un cristallo nuovo, un semplice metodo è usare l’aria calda di un asciugacapelli. Per togliere eventuali residui di plastica usate un panno morbido e un po’ di acetone. Non adoperate oggetti taglienti che potrebbero graffiare il cristallo.
 

Prima di usare recipienti in cristallo, come bottiglie e caraffe, osservate questi tre punti:
Riempite i recipienti con una soluzione a temperatura ambiente composta per il 50% di aceto o acido citrico (succo di limone) e per il 50% di acqua;
Lasciare agire per 24 ore;
Svuotate i recipienti e risciacquateli con acqua calda.
 
Seguendo questa procedura, rimuoverete ogni materia residua di produzione, spedizione o imballaggio e nello stesso tempo preparerete adeguatamente il cristallo per il lavaggio.
Prima di servire alimenti o bevande, lavate il cristallo a mano con un detergente leggero e acqua calda, seguendo le indicazioni che trovate più avanti.
 

Come conservare il cristallo tra un utilizzo e l’altro
Conservate il cristallo in un luogo a temperatura ambiente.
 

Per prevenire graffi
Evitate di esporre il cristallo su una superficie dura (vetro, pietra o metallo) perché potrebbe scivolare in avanti e indietro. Evitate anche di accostarlo ad altri oggetti.
 

Riponete il cristallo sempre in piedi e mai a testa in giù
I calici sono più deboli nella zona del bordo. Di conseguenza se i calici vengono riposti a testa in giù è facile che si scheggino nei bordi. Anche l’urto fra due bordi può causare scheggiature o fratture.
 

Tenete separati gli oggetti di cristallo
Non accatastate bicchieri o coppe: il rischio è che si graffino o si conficchino l’uno nell’altro. Se questo dovesse succedere, fate scorrere acqua calda sulla superficie esterna per separare i pezzi.
 

Per staccare il tappo di una bottiglia
Versate acqua calda oppure olio vegetale sul collo o sulla parte superiore della bottiglia. Per evitare l’inconveniente, strofinate un panno soffice imbevuto di olio vegetale sul collo della bottiglia prima di rimettere il tappo.
 

Tecniche per rimuovere macchie e residui dal cristallo
L’acqua del rubinetto può lasciare depositi sul vostro cristallo. Per rimuoverli, strofinate il cristallo con un panno soffice che non lascia fili, leggermente imbevuto di aceto. Mentre lavate il cristallo potete aggiungere al detersivo anche dell’aceto: questo sistema elimina le macchie persistenti.
 

Rimozione di pellicole e residui
Un metodo semplice per pulire o rimuovere pellicole formatesi sul cristallo, è di riempire i recipienti con una soluzione di aceto a temperatura ambiente (o acido citrico) ed acqua (50% + 50%) e lasciare agire per 3-4 ore. Quindi svuotate il recipiente di cristallo e risciacquate con acqua calda.
 

Punti inaccessibili
Se avete difficoltà a raggiungere l’interno di una caraffa o di qualsiasi altro recipiente di cristallo e la pellicola o il residuo rimane, ecco cosa fare:
Riempite il recipiente con una soluzione di acqua e aceto (o di acqua e acido citrico, cioè succo di limone) insieme al riso non cotto;
Scuotete il recipiente in modo che l’azione del riso sulle pareti interne le liberi dai residui;
Quindi svuotate il recipiente e risciacquate con acqua calda.

Come pulire il cristallo

Per garantire al cristallo la massima trasparenza e brillantezza nel tempo, il segreto è utilizzarlo e pulirlo regolarmente.
 
Seguite queste poche precauzioni:
 
Scelta dei detergenti
Per la pulizia della maggior parte dei prodotti in cristallo evitate l’uso di detergenti per lavastoviglie o di normali prodotti. E’ più indicato il detergente per porcellana/cristallo, facilmente reperibile in commercio.
 

Lavaggio e asciugatura a mano
Se lavate il cristallo a mano:
Togliete di dosso bracciali, fedi matrimoniali e anelli in genere, che potrebbero graffiare il cristallo; 
Usate solo sapone leggero a scaglie o una minima dose di detergente liquido, come raccomandato dal produttore. 
Nel lavello assicuratevi come base di appoggio per gli oggetti di cristallo uno stuoino di plastica e usate un salva rubinetto per prevenire urti e graffi. 
Lavate il cristallo in acqua calda con un panno soffice oppure con una spugna. Risciacquate con acqua calda pulita. 
Asciugate delicatamente il vostro cristallo con un panno soffice privo di fili: eviterete così il formarsi di macchie d’acqua.
 

Lavaggio e asciugatura in lavastoviglie
Se lavate il cristallo nella lavastoviglie: 
Usate solo la quantità minima raccomandata di detergente leggero. Meglio se detergente per porcellana o per cristallo; 
Programmate la lavastoviglie con il ciclo di lavaggio più corto e con la temperatura più bassa. L’acqua a temperatura elevata, i detergenti aggressivi e l’eccessivo calore, durante il ciclo di asciugatura possono intaccare il cristallo, lasciando una pellicola permanente; 
Programmate il ciclo di asciugatura meno caldo. In alternativa potete utilizzare l’aria tiepida di un fon. 
 

Come disporre il cristallo nella lavastoviglie
Caricate la lavastoviglie in modo tale che gli oggetti di cristallo non si tocchino e non si spostino con l’azione dell’acqua.
 

Asciugatura dei calici
Quando asciugate i calici con una salvietta, non asciugate il bulbo girando il gambo nella direzione opposta, con questo sistema rischiate di spezzare il gambo.
 

Decorazione in oro e platino
Fate particolare attenzione quando asciugate oggetti di cristallo decorati in oro e platino. Prima di asciugarli, aspettate che il cristallo si sia raffreddato.
 

Alimenti e bevande conservati nel cristallo
Non conservate per lunghi periodi alimenti o bevande in recipienti di cristallo. Cambiate con una certa frequenza i contenuti liquidi, eviterete il formarsi di pellicole e l’erosione chimica delle parti interne del cristallo.
 
Alte e basse temperature
La maggior parte degli oggetti in cristallo non è trattata per resistere ad un rapido cambio di temperatura. Bruschi sbalzi termici possono causare fratture al cristallo.
 
Per prevenire questo: 
Non ponete il cristallo in acqua molto calda o molto fredda. 
Non versate liquidi caldi in cristalli freddi o liquidi freddi in cristalli caldi. 
Non usate il cristallo in forni a microonde o forni tradizionali. 
Non mettete cristalli nei congelatori o nei frigoriferi.